Laboratorio Cingoli, a cooking school founded in 2004, is set within an industrial archaeology area. It organizes weekly classes of classic, ethnic and haute cuisine. The method used to teach and fully understand Italian and foreign cuisine is the same found in the book: cooking separately. It allows each element of a recipe to be prepared according to the best technique and cooking time. The cooking classes are true shared practical laboratories attended by 20 to 25 participants, in which everyone prepares and cooks the lesson’s dishes. At the end, we dine all together with the meal we’ve prepared. 

In 2016, Laboratorio Cingoli edits and publishes a book which illustrates the technique used in the homonymous cooking school. The first edition is entitled “La separazione delle cotture”. After the sales success both at the laboratory and in a few book shops in Milan, the publishing company Hoepli buys the editorial project in its Italian version and in 2017 edits it with the title “Cucina elementare  la separazione delle cotture”. In 2018 the book is translated into English by Laboratorio Cingoli and put on sale online, through the website elementalcooking.it and the main e-commerce channels. Elemental cooking becomes the title of a book series  currently under production- which will include three other titles.

Food photography is a predominant part of the graphic and photographic project of the book “Elemental cooking  The Art of Cooking Separately”. It is used not as a way of showing the dish, but rather as a means of communication, to give the reader the opportunity to previsualize the steps and processes which comprise every recipe. One of the most important discoveries we made, in part thanks to these photographs, is how every recipe can be divided in macro processes and how these macroprocesses, isolated and decomposed, are repeated in similar ways within sometimes very different recipes. 

Food photography is not, however, the main theme in Giuliano Cingoli’s photographic research. His research on photographic composition develops along other themes: the relationship between interior and exterior, the aesthetic form beyond the meaning of what it represents, the search of aesthetic canons which give beauty to a photograph.

Lamacarbonio knives are built with the same material used for Japanese knives, iron, but following the shapes of western knives. 

Soon after the last war, similar knives were substituted by the knives in stainless steel we are used to. Often the convenience of materials like stainless steel or non-stick Teflon has substituted almost completely better-performing tools. An iron knife will obviously burnish and has to be thoroughly dried to avoid oxidation, and the same goes for iron pans with respect to non-stick Teflon ones. Their performance with cutting and cooking, however, is in our opinion completely worth the extra maintenance. 

In un area di archeologia industriale, c’è il Laboratorio Cingoli, una scuola di cucina fondata nel 2004. Ogni settimana, vengono tenuti corsi di cucina classica, cucina etnica e alta cucina.
Il metodo utilizzato per spiegare e comprendere a fondo la cucina italiana e estera è lo stesso spiegato nel libro:la separazione delle cotture. Fai si che all’interno di una ricetta, ogni elemento che la compone, possa cuocere attraverso la tecnica migliore e i tempi di cottura migliori. Le lezioni di cucina sono dei veri e propri laboratori pratici condivisi, per 20-25 partecipanti, in cui tutti preparano e cucinano i piatti della lezione, per poi cenare con questi, assieme.

Nel 2016 il Laboratorio Cingoli edita in autopubblicazione un libro che illustra il metodo utilizzato nell’omonima scuola di cucina.
Il titolo della prima edizione è La Separazione delle cotture. Dopo il successo di vendite presso il laboratorio e in alcune librerie milanesi,la casa editrice Hoepli acquista il progetto editoriale nella sua versione italiana e lo edita nel 2017 con il titolo “Cucina elementare  la separazione delle cotture”. Nel 2018 il libro viene tradotto in lingua in inglese direttamente dal Laboratorio Cingoli e messo in vendita on line, attraverso il sito elementalcooking.it e i principali canali di e-commerce. La cucina elementare diventa anche il titolo di una collana, in questo momento in produzione, con altri 3 titoli.

I coltelli Lamacarbonio sono costruiti con lo stesso materiale utilizzato per i coltelli giapponesi, il ferro, ma con le forme dei coltelli occidentali. Poco dopo l’ultima guerra, coltelli simili hanno lasciato il posto ai coltelli inox che normalmente conosciamo.
Spesso la praticità dei materiali, come l’inox, o il teflon antiderente, sono andati a sostituire quasi totalmente utensili più performanti. È ovvio che un coltello in ferro brunisca e vada asciugato bene perché non ossidi, e così le padelle di ferro rispetto a quelle antiaderenti teflonate, ma la loro resa nel taglio e nelle cotture, a nostro parere, vale assolutamente la loro manutenzione.

La fotografia di cucina è parte preponderante nel progetto grafico e fotografico del libro Cucina elementare  la separazione delle cotture e viene utilizzata, come mezzo di comunicazione, non per illustrare l’immagine di un piatto, ma per dare la possibilità di previsualizzare i passaggi e i processi che compongono ogni ricetta. Una delle scoperte più importanti, avvenuta in parte attraverso la realizzazione di queste fotografie, è come sia possibile suddividere ogni ricetta in alcuni macro processi e come questi macroprocessi, scomposti e isolati, si ripetano in maniera simile all’interno di ricette anche molto differenti.

La fotografia di cucina non è però il tema principale della ricerca fotografica di Giuliano Cingoli. I temi su cui continua la sua ricerca sulla composizione fotografica sono: il rapporto tra interno e esterno, la forma estetica al di la di quello che rappresenta. La ricerca di canoni che possano fare bella una fotografia.